Recensioni
Alperia Bolzano

Come rateizzare le bollette

Hai ricevuto una fattura luce o gas troppo alta? Non preoccuparti. Puoi chiedere di rateizzare la bolletta. Leggi la nostra guida completa per i clienti del mercato libero e tutelato.

Ti è appena arrivata l’ultima bolletta di luce o gas. La somma è da capogiro. Purtroppo non è la prima volta. Ti era già successo con la scorsa fattura, ma pensavi ci fosse un conguaglio o qualcosa del genere. A questo punto, non sai più dove sbattere la testa. Cosa puoi fare? Noi del team di Offerte Gas e Luce ti consigliamo di rateizzare le bollette. In questo articolo ti spiegheremo come chiedere la dilaziona della somma da pagare in più mesi. Vale per le fatture luce, gas o entrambe. Così facendo, eviterai un salasso immediato. E nel frattempo, puoi guardarti in giro alla ricerca di un’offerta più conveniente.

Cos’è la rateizzazione

Rateizzare le bollette di luce o gas significa che la tua somma sarà spalmata su più mensilità. In pratica, paghi l’intera somma con più bollettini. Questo ti permette di evitare problemi con il tuo fornitore. Uno su tutti: il ritardo nel pagamento. Eviterai così le sanzioni e pagherai l’importo con più comodità. La rateizzazione delle bollette dev’essere richiesta dal cliente. In pratica, sei tu che devi contattare il tuo attuale fornitore e chiedere di rateizzare la fattura. La motivazione non è necessaria. La cosa fondamentale è seguire la procedura. Ti spiegheremo noi come fare, non preoccuparti.

Tutte le bollette possono essere rateizzate?

Diciamolo subito. No, non tutte le bollette possono essere rateizzate. Per poter richiedere la dilazione, la fattura deve avere certi requisiti. In genere:

  • deve essere pagata con bollettino postale.
  • non devono esserci in corso altre rateizzazioni di bollette dello stesso fornitore. Se stai già rateizzando una precedente bolletta luce, non puoi chiedere al tuo fornitore di rateizzare anche l’ultima fattura ricevuta.
  • la bolletta non dev’essere scaduta da più 10 giorni. Per il mercato tutelato, questo limite di tempo non è così rigido. Nel mercato libero, dev’essere rigorosamente rispettato. Fai attenzione ai tempi richiesti dal tuo fornitore.

Queste sono condizioni basiche, che valgono per tutti. Se le rispetti, sei già a buon punto. Il secondo passo, è chiedere concretamente la rateizzazione.

Mercato libero e mercato tutelato. Cosa cambia?

Veniamo ora al secondo step: rateizzare le bollette luce e gas. Bisogna capire che tipo di cliente sei. La richiesta di rateizzazione di una fattura cambia a seconda che il cliente si trovi nel mercato libero o nel servizio di tutela.

  • Servizio di Maggior Tutela: la legge ti garantisce la possibilità di rateizzare una bolletta luce o gas. Se hai una fattura che vuoi dilazionare, puoi fare richiesta. È un tuo diritto. Lo prevede l’ARERA, l’Autorità di regolazione per l’energia, in questa e quest’altra delibera.
  • Mercato libero: i fornitori non sono obbligati a prevedere una rateizzazione delle bollette. Ma non temere, in realtà la maggior parte di loro lo fa. E le condizioni sono scritte nel contratto di fornitura.

Se fai parte del mercato tutelato, puoi saltare i seguenti paragrafi e andare direttamente qui. Altrimenti, continua a leggere.

Rateizzare le bollette nel mercato libero

Come abbiamo detto, nel mercato libero i gestori di luce e gas non sono obbligati a prevedere la rateizzazione delle fatture. Tuttavia la maggior parte di loro inserisce nel contratto una clausola apposita. È scritto tutto nero su bianco. Ci sono le condizioni, i tempi, le modalità di richiesta. Per comodità, nei prossimi paragrafi ti faremo un riassunto della procedura da seguire per i principali fornitori di luce e gas. Così hai tutto sotto mano. Attenzione, però. Non importa quale sia il tuo gestore, devi sempre rispettare i tre requisiti.

  • pagamento con bollettino postale. Se hai l’addebito diretto sul conto, ti suggeriamo di bloccarlo.
  • nessun altra rateizzazione in corso. 
  • bolletta scaduta da non più di 10 giorni.

Una volta effettuata la richiesta, devi solo attendere. Riceverai la conferma al tuo recapito. In allegato, ci saranno il piano di rateizzazione e le istruzioni per il pagamento delle rate. E ora vediamo come chiedere di rateizzare le bollette ai principali fornitori luce e gas.

Come rateizzare le bollette Enel

Cominciamo da Enel Energia. Questo fornitore ti permette di rateizzare una bolletta luce o gas (o entrambe). Ma solo entro 10 giorni dalla data di scadenza della fattura. Per farlo, devi avere la fatturazione tramite bollettino postale. Se hai l’addebito diretto, bloccalo. Ci sono tre modi per chiedere la rateizzazione di una fattura Enel:

  • Via web. Il modo più immediato e veloce. Tuttavia l’importo da rateizzare dev’essere inferiore a 5.000 euro. Accedi all’Area Clienti, clicca nella sezione “Archivio bollette” e poi su “Richiedi rateizzazione”. Facilissimo.
  • Tramite numero verde. Chiama il numero 800 900 860. Un esperto ti guiderà passo passo nella richiesta.
  • Presso lo Sportello Enel. Puoi recarti fisicamente in uno dei tanti Sportelli Enel. Un incaricato sarà felice di aiutarti nella procedura.

Se hai sottoscritto un’offerta Enel Energia di maggior tutela, puoi richiedere la rateizzazione al Servizio Elettrico Nazionale. Anche in questo caso, devi rispettare due requisiti:

  • la bolletta deve avere un importo uguale o maggiore di 75 euro.
  • non devono esserci in corso altre rateizzazioni di bollette.

Come effettuare la richiesta? Puoi rivolgerti ad uno Sportello Servizio Elettrico Nazionale, chiamare il numero verde 800 900 800 da rete fissa oppure il numero 199 50 50 55 da cellulare. Per maggiori informazioni, consulta questa pagina.

Come rateizzare le bollette Eni

Anche nel caso di Eni Gas e Luce, puoi chiedere la rateizzazione entro e non oltre i 10 giorni successivi la scadenza della fattura. La procedura è completamente online. Puoi chiedere di rateizzare le bollette luce o gas tramite:

  • Area Clienti: entra nella sezione “Le mie bollette”.
  • App Eni Gas e Luce: fai tutto direttamente sul tuo smartphone.

Anche in questo caso, se la tua bolletta è domiciliata, per procedere alla rateizzazione è necessario annullare l’addebito diretto. Nel caso di bolletta luce, con esclusione della quota del canone tv, non rateizzabile. Una volta tolta la domiciliazione, potrai procedere con la richiesta di rateizzazione. Per maggiori info, leggi qui.

Come rateizzare le bollette Edison

I tempi di richiesta di rateizzazione per Edison Energia sono gli stessi. Puoi fare domanda entro e non oltre i 10 giorni successivi alla scadenza della bolletta. Inoltre la fattura deve avere un importo superiore ai 50 euro.

I clienti residenziali possono chiedere la rateizzazione nei seguenti casi:

  • La bolletta contiene importi relativi a consumi non registrati a seguito di malfunzionamenti del gruppo di misura per cause non imputabili al cliente.
  • Non è stata rispettata la periodicità di fatturazione prevista dal contratto.
  • In tutti i casi di fatturazione di importi anomali.
  • Nel caso in cui la bolletta contenga conguagli.

Inoltre i clienti che usufruiscono del Bonus Sociale per disagio fisico o economico, potranno chiedere anche una ulteriore rateizzazione di una o più fatture ordinarie. Questa richiesta può essere fatta una sola volta nell’arco di un anno.

Riguardo le offerte del mercato tutelato gas di Edison Energia, oltre a quanto indicato per il mercato libero, le rateizzazioni potranno essere concesse in caso di mancata lettura del contatore.

Trovi tutte le info su questa pagina.

Come rateizzare le bollette Alperia

I clienti domestici Alperia possono chiedere la rateizzazione delle somme dovute nei seguenti casi:

  • La bolletta che contiene ricalcoli diversi dal conguaglio sia superiore del 150% dell’addebito medio.
  • I punti di prelievo presentano un malfunzionamento del gruppo di misura, per causa non imputabile al cliente. E viene richiesto un pagamento per consumi non registrati da quei gruppi di misura.
  • Mancato rispetto della periodicità della fatturazione.
  • Fatturazione di importi anomali.

Si richiede sempre il rispetto dei 10 giorni successivi alla scadenza della fattura. Per maggiori info, puoi consultare il contratto di fornitura alla voce “Fatturazione, pagamenti e rateizzazione”.

Come rateizzare le bollette E.ON Energia

Anche E.ON Energia ti permette di rateizzare le tue fatture online. È possibile chiedere la rateizzazione delle bollette luce o gas di questo tipo:

  • Bollette a scadere e scadute per un importo complessivo almeno pari a 200 euro.
  • Bollette contenenti importo CMOR (Corrispettivo Morosità energia gas). La prima rata dovrà essere pari all’importo CMOR e non potrà essere ulteriormente rateizzabile.
  • Bollette contenenti importi di canone RAI. Ma la rateizzazione non potrà includere il canone, che dovrà essere pagato a parte.

La procedura è molto semplice. Ed è personalizzabile. Fai tutto da solo, anche tramite smartphone. Accedi alla tua Area riservata My. E.ON. Poi vai alla sezione “Bollette/Rateizzazione”. Seleziona ora le bollette che vuoi rateizzare, il numero di rate in cui dividere l’importo e configura la modalità di pagamento. La richiesta di rateizzazione verrà valutata e riceverai una risposta quando il processo sarà completato. Per tutte le info sulle rateizzazioni E.ON Energia, leggi qui.

Rateizzare le bollette nel mercato tutelato

A differenza del mercato libero, nel mercato tutelato la rateizzazione delle bollette è un obbligo di legge. Lo prevede espressamente l’ARERA. Tutti i clienti con i contratti di maggior tutela possono rateizzare. Però le condizioni minime per poter fare richiesta variano a seconda che si tratti di luce o gas.

Rateizzazione bolletta luce

La rateizzazione della fattura luce è obbligatoria per tutti gli importi superiori ai 50 euro. Per somme inferiori, è facoltà del fornitore accettare o meno la richiesta. Puoi chiedere la dilazione nei seguenti casi:

  • La bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi e supera del 150% l’addebito medio delle bollette precedenti su consumi stimati. La soglia sale al 250% per i clienti non domestici.
  • Malfunzionamento accertato del contatore. E la bolletta include il pagamento di consumi non registrati dal contatore rotto.
  • Il fornitore non ha rispettato la periodicità di fatturazione.
  • Il cliente è titolare di bonus elettrico ed è in mora per il mancato pagamento di una o più bollette.

Attenzione: la possibilità di pagare a rate deve essere indicata nella bolletta rateizzabile. Per i clienti titolari di bonus elettrico morosi, dev’essere presente nella comunicazione di costituzione in mora.

È possibile chiedere la rateizzazione entro 10 giorni dalla data di scadenza di pagamento. Se si supera questo limite di tempo, il fornitore può concedere la dilazione, ma non è obbligato a farlo.

Nel regime di maggior tutela la trasparenza è importante. Se una bolletta presenta una delle condizioni indicate, il fornitore deve indicare le modalità con cui il cliente può accedere alla dilazione. Per maggiori informazioni, leggi qui.

Rateizzazione bolletta gas

Se sei un cliente del servizio di tutela, puoi chiedere di pagare a rate le bollette gas di importo superiore a 50 euro. Come per la luce, anche in questo caso il fornitore non è obbligato ad accettare la tua richiesta per somme inferiori. La rateizzazione viene accettata quando:

  • Nella fattura è presente un ricalcolo per consumi effettivi. Ed è superiore al doppio dell’importo più alto fatturato nelle bollette precedenti.
  • C’è un accertato malfunzionamento del contatore. Per di più, la bolletta include il pagamento di consumi non registrati dal contatore non funzionante.
  • Il fornitore non ha rispettato la periodicità di fatturazione.
  • Hai un contatore accessibile, ma la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi, a causa di una mancata lettura.
  • Sei titolare di bonus gas e sei in mora per il mancato pagamento di una o più bollette.

La possibilità di pagare a rate le bollette del gas dev’essere indicata nella fattura. Nel caso di clienti titolari di bonus gas morosi, è indicata nella comunicazione di messa in mora. Per saperne di più, dai un’occhiata a questa pagina.

In conclusione

La bolletta luce e gas che tanto ti preoccupa può essere rateizzata. O almeno, ci sono buone possibilità. L’importante è non perdere tempo. Controlla subito se rispetti le condizioni per chiedere la dilazione. Per prima cosa, dai un’occhiata al tuo contratto di fornitura. Ci troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno. Oppure puoi contattare il servizio clienti del tuo gestore. La tempistica è importante. Ogni giorno di ritardo potrebbe fare la differenza. E una volta che la domanda è stata accettata? Ora puoi stare un po’ più tranquillo. Non dovrai sborsare l’intero importo tutto insieme. In genere l’item delle rate è identico per tutti i fornitori. Riceverai via posta all’indirizzo di spedizione della bolletta, i bollettini postali precompilati con le varie rate. Usa solo quei bollettini. Non usarne altri. E ricordati di rispettare la scadenza dei pagamenti. Nel frattempo, considera se la maxi-bolletta da rateizzare è stata solo un incidente. Oppure se è il caso di cambiare offerta luce, gas o entrambe.

A proposito

Se vuoi dimenticare le maxi-bollette, sei nel posto giusto. Dai un’occhiata anche alle nostre ultime offerte. Troverai sicuramente il modo per diminuire i costi delle tue bollette.

Domande? Dubbi? Qualcosa non è chiaro? Non esitare a lasciare un commento qui sotto e ti risponderò in un lampo! Dimmi la tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *